La motozappa

motozappa

La motozappa è un attrezzo utilissimo in agricoltura, ma per il suo corretto funzionamento è necessario prendere alcuni accorgimenti per quanto riguarda il modo di utilizzarla e la successiva manutenzione.

Come usare la motozappa?

Come fare la manutenzione della motozappa?

Per sfruttare al massimo le sue prestazioni e per impedirne il deterioramento sono necessari alcuni accorgimenti durante l’uso.

La prima cosa da fare per salvaguardare la nostra motozappa è di adattare l’orto o il giardino alle esigenze della macchina, nel senso che bisogna evitare scalini, gradini di terra e vialetti troppo stretti, tutte cose che possono impedire il corretto e lineare movimento del mezzo. Per evitare curve e manovre meglio avere un giardino  pulito con strisce di terra lunghe e dritte e quando stabilite la posizione di aiuole, siepi e piante tenete sempre conto delle dimensioni della vostra motozappa.

La motozappa è soggetta al clima del terreno, va infatti usata quando la terra non è ne troppo umida ne troppo secca. Inoltre, se le erbe infestanti sono tante, meglio ripulire il giardino da esse prima di utilizzare la motozappa. Lo scopo della motozappa è quello di sminuzzare le zolle di terra, per farlo bene mantenete sempre la velocità degli organi lavoranti ad andamento medio, così lo sminuzzamento della terra sarà ottimale.

Se nel vostro giardino avete degli alberi, tenete la motozappa alla larga dalle loro radici, perché potrebbe danneggiarle seriamente. Infine, state attenti agli oggetti pericolosi presenti sul terreno, come fil di ferro, latta, pietre, perché potrebbero rompere la motozappa o, peggio ancora, attentare alla vostra incolumità.

Per mantenere efficiente la vostro motozappa nel tempo, dovete leggere attentamente il libretto delle istruzioni, non trascuratelo. In generale esistono però alcune regole per un buon mantenimento della motozappa:

-          Svuotate il serbatoio della benzina se prevedete di non riutilizzare a breve la motozappa, così eviterete l’ossidazione.

-          Cospargete viti e bulloni di olio antiruggine per evitare l’ossidazione.

-          Lavate sempre gli organi lavoranti alla fine di un lavoro, spazzolateli, asciugateli e copriteli con un leggero strato di grasso, cospargendo soprattutto bulloni e coppiglie.

-          Se il motore è a due tempi svitate la candela e versate nel foro un po’ di olio antiruggine e fate girare a vuoto il motore così che l’olio si spanda a tutti gli ingranaggi. Se la motozappa sta ferma per lunghi periodi ripetete l’operazione saltuariamente.

-          Se il motore è a quattro tempi fate la stessa cosa segnalata per il motore a due tempi, con più attenzione: tappate il tubo di scappamento e la presa del filtro dell’aria con carta ben impregnata d’olio e cambiate l’olio se il mezzo sta fermo per lunghi periodi.

-          Lubrificate la frizione, i cavi del gas e dello starter e chiudete le due estremità delle guide con del nastro adesivo.

 

Ricordatevi di non usare mai olio vecchio per le lubrificazioni delle componenti della vostra motozappa.

Se seguite questi piccoli accorgimenti la motozappa durerà più a lungo e la sua efficienza lavorativa sarà sempre superiore ad un altro mezzo alla pari, che viene, invece, trascurato.

LASCIA UN COMMENTO