Come crescere una pianta carnivora

come mangia una pianta carnivora

Le piante carnivore sono sempre molto ambite nella dimora degli amanti del verde che odiano le zanzare. La loro abilità che le rendono amiche dell’uomo è proprio la capacità di “mangiare” piccoli insetti che per noi possono essere fastidiosi, da essi ne estraggono gli elementi necessari per vivere, come ad esempio l’azoto, grazie al loro sistema digestivo.

Hanno la straordinaria capacità di crescere e vivere in ambienti ostili, come in paludi e torbiere. Per questo sono perfette per la coltivazione in vaso delle piante carnivore senza troppi sforzi.

Riescono a sopravvivere in terreni con pH particolarmente acidi dove non si trovano i batteri essenziali per la vita di una pianta comune, tutto ciò che hanno bisogno assimilano dalle prede

Come mangiano le piante carnivore?

come curare una pianta carnivora come coltivare una pianta carnivora

Dipende molto dalla varietà, infatti ognuna di essa usa delle esche diverse per attrarre i piccoli insetti. Molti si basano sugli odori, altri per colore, dorma e dimensione.

Quando si trovano tra le fauci la pianta secerne una serie di enzimi che servono a disgregare l’organismo del catturato per ridurlo a solo ossa.

Il tempo della digestione dipende dalla dimensione della pianta e della preda, più è grande più tempo ci vorrà per digerirla completamente.

Piante carnivore: come catturano le zanzare

come crescere le piante carnivore

Prendiamo in esempio una foglia con trappola a tagliola, da essa esce un odore invitante per l’insetto che attratto si posa su di essa. È  proprio in questo momento che scatta la trappola facendo sparire la fastidiosa zanzare.

Coltivazione delle piante carnivore

Ecco le varietà più comuni:

  • Drosere tuberose,
  • Cephalotusfollicularis,
  • Nepentheslowland – ibridi,
  • Darlingtoniacalifornica,
  • Serracenia e Dionaea muscipula,
  • Nepentheshighland

Abbiamo scelto queste perché crescono bene in temperature intorno ai 16/18° e i 22/24°. In inverno possono bloccare la crescita per poi riprenderla appena le condizioni sono perfette.

Come coltivare le piante carnivore

Devi assolutamente procurare del terreno acido, facendo in modo che il suo pH rimanga costante nel tempo.

Il substrato non avrà necessità di essere arricchito con i nutrimenti, per questo consigliamo della torba da miscelare con sabbia silicea, perlite e vermiculite.

Come annaffiare le piante carnivore

Nonostante crescano in qualsiasi tipo di terreno anche loro hanno necessità di acqua. Solo che in questo caso dobbiamo prestare attenzione a non dare quella del rubinetto, che ha un pH alcalino e non acido. Meglio preferire l’acqua distillata o piovana.

LASCIA UN COMMENTO

Sistema di sicurezza *