I segreti della microirrigazione

L’irrigazione a goccia, chiamata anche microirrigazione, è un’ottima soluzione per le piante in vaso con un sistema dotato di gocciolatori specifici per ogni tipo di semina.

Per l’orto sceglieremo il sistema adatto per ogni pianta, ad esempio:

  • Per i pomodori è consigliato un impianto a goccia che allontana il rischio di ristagno e formazione di funghi.
  • Per le insalate e altri terreni appena seminati ci dobbiamo procurare dei micronebulizzatori che devono stare più in altro rispetto alle piante così da riprodurre una pioggia molto sottile.
  • Per superfici strette e lunghe, come le bordure, usate i microirrigatori a striscia.
  • Per grandi porzioni invece sono utili microirrigatori  rotanti a 360°.

Possiamo evitare errori con l’irrigazione a goccia scegliendo un adeguato numero di gocciolatori con la giusta portata. Per scegliere nella maniera corretta bisogna conoscere la terra del proprio giardino, perché in base alla consistenza del terreno è possibile capire di quanti gocciolatori hanno bisogno le piante.

Come installare l’impianto?

Ogni gocciolatore entra in un tubo detto ala gocciolante, che permetterà l’irrigazione del terreno.

L’ala gocciolante è un tubo di colore nero che presenta ad ogni 20, 30, 40, 50, 60 centimetri gocciolatoio che serve a far uscire l’acqua per irrigare la pianta

L’ala gocciolante può essere rigida oppure flessibile, viene collegata ad una centralina semplificando il lavoro e permettendo di allontanarsi o non essere sempre presenti durante le fasi dell’irrigazione.

Adesso procediamo a collegare il programmatore elettronico con un raccordo automatico filettato, per collegarlo al tubo. Il tubo capillare deve essere collegato al tubo collettore attraverso un raccordo a due vie. Possiamo collegare dei rubinetti così da avere più controllo sulla portata d’acqua di ogni singola derivazione.

Decidiamo la posizione dei gocciolatori e fissiamo le aste regolabili per i microirrigatori. L’altezza del getto può così essere regolata a piacere in base all’altezza delle piante. Anche la gittata dei microirrigatori può essere modificata con l’apposito rubinetto di regolazione. Leggi qui le regole per l’irrigazione da seguire in estate

In inverno è opportuno scollegare il programmatore al rubinetto avendo cura di togliere la batteria e riporla in un ambiente asciutto. Il sistema di irrigazione a goccia serve a somministrare la giusta quantità d’acqua a ogni singola pianta, solo quando e dove serve.

Per il balcone o il terrazzo è meglio seguire questa guida per avere dei fiori sempre splendenti

LASCIA UN COMMENTO